La Scimmia Yoga (Recensione Libro)

Finalmente è arrivata a casa la mia copia di “La Scimmia Yoga”

71CMbuB3aAL 71+V-23vC-L

Ho sempre praticato diversi sport a livello agonistico e non, poco tempo fa ho fatto un corso di yoga e mi sono ritrovato una sera a cercare su youtube un chiarimento su una posizione, quando trovo nei suggerimenti una lista di video “La Scimmia Yoga”, attirato dal logo e dalla grafica decido di guardarli. Con grande sorpresa trovo una ragazza molto preparata: Sara! Poi scopro che oltre ai video di youtube esiste un vero e proprio corso fatto da lei scaricabile dal sito ufficiale.

Ho seguito diversi suoi video e con grande piacere mi è stato inviato questo libro. La Scimmia Yoga in versione libro non è altro che una guida schematica ed esauriente delle diverse posizioni dello yoga. Non solo ti segue passo passo in ogni posizione ma ti mostra anche attraverso le immagini come fare, la durata, la difficoltà e a che cosa serve quell’esercizio. Regalandoti una vera e propria guida da seguire anche in casa.

2014-10-03 22.27.41

Una mini enciclopedia dello yoga da tenere sempre a portata di mano ma anche in borsa date le misure ridotte.

image

Oltre che rappresentare un punto di riferimento come lo è ormai per me ora. Può essere anche una bellissima idea regalo per appassionati e non. Perché il corso e il libro è indirizzato a tutti gli amanti, ai principianti, ma anche chi non si è mai avvicinato a questa materia.

Questo libro ha un prezzo veramente ridotto e dentro troverete una grande quantità di notizie ultili e fondamentali! Potete trovarlo in libreria ma anche su AMAZON 

tumblr_nccwenKV9f1qhxbnso1_500

Concludo dicendo che sono rimasto completamente affascinato da questa materia da quando l’ho conosciuta e sono stato molto contento di aver incontrato La Scimmia Yoga e Sara nel mio percorso. Spero che sia anche per voi per un nuovo inizio o una piacevole compagnia. Non abbiate paura di provare, sperimentate anche solo per il gusto di fare qualcosa di nuovo!

LINK UTILI:

seguite Sara Bigatti su FACEBOOK – SITO UFFICIALE – VIDEO YOUTUBE – AMAZON

10608250_821732901181789_2994757000355647356_o

Annunci

Chongqing City – Cina – Piste ciclabili? No grazie, meglio piste per smartphone!

Chongqing, una tra le cinque città più grandi della Cina ha promosso una corsia dedicata a persone “dipendenti” da smartphone! È stata non solo ideata ma già realizzata, per chi non riesce proprio a camminare senza togliere lo sguardo dal proprio telefono.

China Cellphone Lane

Oltre a rappresentare un simpatico capriccio si pensa possa essere un modo per garantire un transito più sicuro, sia nei confronti dei pedoni troppo occupati a scrivere un tweet per stare attenti alla strada che per gli automobilisti. Ma anche per garantire a chi cammina “normalmente” una passeggiata più serena senza intoppi.

tweet

La notizia può sembrare buffa e divertente ma è reale e lascia l’amaro in bocca. Quotidianamente usiamo i nostri device sempre più aggiornati che  ci connettono con i nostri amici, lavoro, sogni e aspettative. Ma ogni giorno tutto questo ci sta portano a un destino lontano dalla relatà. Sempre più connessi e allo stesso tempo sempre più lontani dal mondo che ci circonda.

Una triste immagine come ogni dipendenza che nasconde in questa notizia, a primo impatto surreale, una autodenucia di uno stato malato. Alienzione Cyborg o Zombie Tecnologici?

5 APP Gratis, Che ti fanno stare meglio (per iOS e Android)

Oggi esistono app per fare qualsiasi cosa, tantissime inutili, altre indispensabili. Tra le tante provate personalmente, ho scelto le migliori tra quelle dedicate alla salute/benessere e vi consiglio queste 5 applicazioni! Troverete sicuramente qualche titolo che vorreste provare ad usare!

1. MELODIE RILASSANTI HD

glaucodeliver foto 3 Questa applicazione ci regala diverse schermate di “strumenti” pronti ad eseguire per noi suoni rilassanti che rievocano la natura. E’ possibile inoltre scegliere più suoni contemporaneamente per creare la combinazione personalizzata più adatta alla nostra idea di relax.

Sono selezionabili anche due modalità di onde: Binaurali e Isocroniche.  Sono suoni con particolari caratteristiche che permettono al nostro cervello di sintonizzarsi con esse, mettendo in qualche modo “in ordine” le nostre idee. In particolare:

Toni Binaurali: vengono percepiti dal cervello quando due suoni con frequenza inferiore ai 1500 Hz e con differenza inferiore ai 30 Hz vengono ascoltati separatamente attraverso degli auricolari.

Toni Isocronici: usano toni di eguale intensità, con incremento della velocità delle pulsazioni e sincronizzano il cervello attraverso il ritmo.

Entrambe sono utili per aumentare la soglia della concentrazione per periodi di studio o di impegno lavorativo, provate per credere!


2. MOOD PANDAglaucodeliver

MOOD PANDA è un diario da aggiornare giornalmente. Quando succede qualcosa di importante nelle tue giornate basta aggiornarlo scrivendo il nome dell’azione e il punteggio che dai alla cosa che ti è accaduta. Il punteggio può essere positivo o negativo. A fine giornata o settimana avrai un quadro completo attraverso diversi grafici delle tue azioni. Non è una semplice raccolta di dati ma un vero e proprio stimolo. Aiuta a rendersi conto, e valutare le cose che si fanno e quanto queste influiscano sulle nostre giornate.

Aiuta a rivalutare le nostre azioni quotidiane dando il giusto peso a ciò che ci piace davvero.


3. BREATHE WELLglaucodeliver foto 5

Questa applicazione ti aiuta a staccare dagli impegni quotidiani e trovare un momento per te, non solo in caso di meditazioni o affini. Ma anche più semplicemente per ritrovare la calma seguendo lo schema proposto dall’applicazione in pochi semplici passi.


4. YOGA.COM

 glaucodeliver foto 2

In questo caso è più un invito che un consiglio, avete mai provato a fare Yoga? Io ho seguito un corso, e ancora oggi lo pratico. Più che uno sport è un vero stile di vita. Esistono però più livelli per approcciarsi e praticare lo yoga, da quello più professionale e agonistico a quello dilettante. Ogni livello comunque rappresenta un momento di assoluta ricerca del benessere. Se siete stati sempre incuriositi da questa disciplina ma non avete tempo per seguire un corso in palestra, provate a scaricare questa applicazione. Partendo dagli esercizi più semplici seguendo i video, potrete sperimentare la vostra esperienza e in assoluta intimità. Basta un tappetino e voglia di lasciarsi andare, magari 10 minuti prima di andare a letto la sera!

Oltre a questa applicazione ho trovato anche su youtube una serie di video fatti molto bene anche per principianti! Io incuriosito li ho seguiti e li o trovati fantastici. Il programma si chiama “La Scimmia Yoga” lo troverete facilmente come pagina facebook qui i dettagli li trovate sul sito web per un programma più completo.

Da poco è uscito anche il nuovissimo libro di Sara nelle librerie, io lo acquisterò sicuramente 😉


5. DRINKWATER
glaucodeliver foto 1

BERE ACQUA, siete sicuri di bere la giusta quantità giornaliera? Spesso beviamo quando abbiamo siete, ma a volte il nostro cervello si “impigrisce” e assumiamo inconsapevolmente un quantitativo non sufficiente di acqua. Bere tanto regala molti più benefici di quanto di possa pensare! Oltre a depurare il nostro corpo da tossine, l’acqua è una vera fonte di bellezza. Soprattutto per quanto riguarda la pelle.

ecco un elenco breve dei benefici:

1. Eliminazione sostanze di rifiuto, poiché aumenta sudore ed escrezione di urina

2. Favorisce lo sviluppo muscolare, il muscolo infatti è fatto in gran parte d’acqua (70%) lo sapevate?

3. Conferisce forma e resistenza e “gonfia” le pieghe degli anni della pelle, anche sul viso, e contro le occhiaie.

La quantità giusta da bere sarebbe dai 1200 ml ai 2000 ml (6-10 bicchieri di acqua al giorni). Questa applicazione vi arriverà una notifica sul telefono di quando dovreste bere, ben distribuite durante la giornata, un simpatico REMINDER che ci aiuta nel nostro nuovo stile di vita.

Ora tutti su AppStore e Google Play a scaricarle!

Segnalatemi anche le vostre applicazioni preferite se non presenti in questo elenco 😉

Obesità a 30 anni e il rischio di demenza

Secono uno studio pubblicato da Postgraduate Medical Journal, l’obesità a 30 anni oltre a dare tutti i problemi del caso potrebbe aumentare il rischio di sviluppare demenza in età adulta!

Analizzando un campione di più di 400.000 persone con età media di 30 anni ricoverate nello stesso ospedale per obesi, corrono un rischio di 4 volte maggiore di sviluppare demenza rispetto ai non obesi. Da quanto risultato quindi l’età in cui una persona diventa obesa rappresenta un fattore di rischio di demenza.

Ecco cosa emerge da una nuova ricerca:

Le persone obese a 30 anni corrono un maggiore rischio di soffrire di demenza in età adulta.
(Superati i 30 anni progressivamente diminuisce il rischio di sviluppare demenza come dato correlato all’età)

Ogni giorno scopriamo sempre più controindicazioni rispetto al sovrappeso e obesità e ogni giorno aumentano i casi clinici ricoverati.

Una patologia propria dei paesi sviluppati che rappresenta una disgrazia per i singoli pazienti, ma anche per i costi impiegati dal Sistema Sanitario impegnato sia nella fase clinica che nella prevenzione.

 

SLA e #ICEBUCKETCHALLENGE mania

In questi giorni avrete sicuramente visto alla tv o sui social video di personaggi famosi e non, rovesciarsi un secchio di acqua con ghiaccio in testa. Ma cosa si nasconde dietro la sfida #ICEBUCKETCHALLENGE?

La sfida nasce come presupposto beneficho che prevede una donazione per ogni video alla ricerca per la SLA. Fenomeno diventato virale sul web grazie ai social e alla sua dinamica. Infatti ogni persona che raccoglie la sfida deve nominare altre persone formando una vera e propria rete che sta avvolgendo tutto il pianeta.

2014-08-22 04.24.58

La SLA o Sclerosi Laterale Amiotrofica è una malattia neurodegenrativa che colpisce motoneuroni centrali e periferici.

Per capire come colpisce questa malattia basta leggere attentamente il suo nome: Amiotrofica.

A: alfa privativo, negazione. + Mio: muscolo + Trofia: sviluppo.

Ne dervia che questa malattia porta a un mancato sviluppo e indebolimento dei muscoli.

Non è un semplice “indebolimento” ma un processo progressivo distruttivo che porta a non poter più gestire i più semplici movimenti delle articolazioni, ma anche della deglutizione e dell’articolazione della parola. Anche i muscoli respiratori possono essere compromessi e quindi arrivare alla morte se non viene applicata la respirazione artificiale.

Schermata 2014-08-22 alle 03.29.01

La sfida #ICEBUCKETCHALLENGE è sicuramente un gioco estivo simpatico, il ghiaccio versato all’improvviso ci gela e paralizza, per un attimo blocca i nostri muscoli, proprio come sono bloccati per i malati di SLA.

Ma è anche un gesto nobile che ha già raccolto 32 milioni di dollari in meno di un mese.

Armatevi di un secchio e fate la vostra donazione.

Accettate la sfida?

>> http://www.aisla.it <<

Proprietà del basilico / pesto (Sai quello che mangi?)

Il Pesto deriva dal Basilico una simpatica piantina aromatica di color verde brillante, oltre a garantire un gusto originale ai vostri piatti contiene al suo interno molte proprietà!
Ocium Basicilicum fa parte delle laminace, non sopporta le temperature fredde e la potete trovare nel suo luogo sacro ovvero nelle cucine e in molti terrazini della Liguria, nonché la mia terra.

image

Porto Venere – La Spezia

Come sappiamo in cucina vengono coinvolti più sensi.
Quando si parla di pesto non si può non associare il suo aroma caratteristico un vero e proprio profumo e il suo colore che ci riportano alla mente immediatamente il suo sapore.
Parlo di profumo non a caso, infatti in latino il suo nome significa proprio “Profumo Regale”.

La ricetta del pesto prevede l’uso del basilico con aggiunta di pinoli e aglio, da non dimenticare il parmigiano e olio extravergine. Ma troverete una variante della ricetta in ogni piccolo borgo ligure, con orgogliose paesane pronte a giurare che la loro è la ricetta originale.

image

Porta Soprana – Genova

Il basilico è noto da sempre per le sue proprietà digestive e regolatrici di disturbi intestinali e mestruali.
Nella ricetta del pesto troviamo anche la componente dell’aglio che porta una azione sinergica depurativa per fegato, intestino e circolazione.
Il basilico è ricco di antiossidanti naturali ma anche di composti antiinfiammatori come eugenolo e terpineolo.
Ovviamente per godere di tutte queste proprietà e delle sue ricche vitamine è bene consumarlo fresco: poiché essiccamento, cottura e congelamento riducono in grande misura la concentrazione disponibile di questi elementi.

Curiosità : lo sapevi che Il pesto è ricco di Vitamina C?
Lo Scorbuto è una patologia dovuta a carenza di Vitamina C si manifesta con emorragie lesioni gengivali e sottoungueali caratteristiche.
( Acido Ascorbico o Vit C è essenziale alla formazione di collagene e per l’integrità del tessuto connettivo, osseo e quindi della produzione di dentina dei denti. Essenziale per la guarigione delle ferite e aumenta la facilita di assorbimento del ferro )

Questa patologia veniva associata in passato ai marinai poiché questi erano destinati a percorrere lunghi tragitti, spesso non accompagnati da una alimentazione varia e completa di frutta verdura e vitamine.

Ciò non accadeva per i marinai genovesi, i quali abituati a mangiare pesto come condimento anche a bordo, riuscivano così (inconsapevolmente) a ingerire un giusto apporto di questa vitamina, ed essere raramente colpiti da questa malattia.

image

Porto Antico – Genova

I miei consigli: il basilico è una piantina economica e dal colore frizzante che porta positività e allegria che sta bene in ogni cucina!
Non utilizzare erbe aromatiche da sacchetto o polverizzate!
Crea un piccolo angolo verde e sano vicino ai tuoi grigi elettrodomestici, questo ti ricorderà l’importanza e il valore aggiunto di utilizzare un prodotto fresco.
Inoltre il basilico può essere usato non solo nel pesto ma anche in molte altre ricette e ti aiuterà a regalare un tocco personale ad ogni tuo piatto.

Storia e Salute – Curiosità dal passato : #1 Gli Egizi

Da oggi ho deciso di aprire una piccola rubrica tra storia e salute!

Si dice sempre di guardare al passato per imparare chi siamo davvero, a volte lo si può fare con curiosità e con un sorriso date le prove e i risultati della scienza odierna e con un velo di fantasia.

I post seguiranno la cronologia delle civiltà susseguitesi nel tempo partendo dalla prima della timeline della storia antica con gli Egizi : 3500 – 322 AC

La medicina nasce con l’uomo e fa parte della sua storia da sempre, a partire dalla tradizione orale per arrivare a quella scritta fino all’elaborazione di dati attraverso un metodo scientifico.

– Attribuzione dei compiti: Con gli Egizi la medicina è riservata esclusivamente alla casta dei sacerdoti i quali tramandavano le loro ricette per via scritta, questo ha permesso il ritrovamento dei primi resti scritti di pratiche mediche.

– Medicina e Religione La ricetta della guarigione “completa” prevedeva un farmaco o erba riconosciuta officinale ma anche la recita di preghiere e rituali.

– Supervisione dalle divinità collegate alla medicina:

Horus: Vista350px-Horus_standing.svg350px-Thoth.svgThot: Salute

– Anatomia e Mummificazione: Come noto gli Egizi avevano l’uso di eviscerare i cadaveri per la mummificazione e questo gli permette di imparare a conoscere in parte l’anatomia! Riescono infatti a identificare: -Circolazione del sangue, – Il Cuore considerato il centro vitale dell’organismo. – Distribuzione del farmaco che grazie ai vasi raggiunge la parte malata.

– Patologia: In Egitto le malattie sono considerate prodotte dalla putrefazione degli organi. Le patologie venivano classificate secondo l’identificazione casi clinici in base a: sintomi – decorso – esito. Il Papiro di Smith contiene un trattato di Chirurgia, fratture, pratica della trapanazione del cranio. Il Papiro di Berlino: ginecologia e patologie cardiache. Il papiro di Ebers: ricette.

– Farmaci: Nell’ Odissea gli Egizi vengono descritti come “coloro che producono tantissimi farmaci” Le Ricette erano molto complesse fino a 30 componenti. Molte di queste dedicate alle malattie oculari, apparentemente molto diffuse all’epoca. Inoltre erano a conoscenza di erbe e sostanze antibatteriche utilizzate contro la putrefazione apparentemente molto efficaci data la conservazione nei millenni. Le viscere venivano conservate in vasi chiamati Canopi:

canopideliver

– Igiene : Durante il giorno, si lavavano spesso le mani. Con il bicarbonato lavavano i denti. Il sapone non esisteva ma venivano usati oli profumati e unguenti contro la pelle secca, per una maggior compattezza della pelle impedendo l’introduzione, nell’organismo, di germi e batteri

Tutto questo testimonia una affascinante storia di documentazione di una civiltà durante i suoi 3000 anni di sviluppo che portò alla formazione di un primissimo sistema sanitario noto e da esempio anche alle popolazioni che li seguirono.